Chi è online
 29 visitatori online
Il nostro Social Network
di Felix B. Lecce

 

L'eterno interrogativo sulla leadership è: leader si nasce o si diventa? La domanda è fuorviante perché presuppone due sole possibilità di risposta. Tutti nasciamo con capacità e attitudini da cui possiamo tirar fuori il massimo con l'apprendimento. William Shakespeare diceva: "C'è chi nasce grande, chi lo diventa, e chi è costretto a diventarlo". Nessuno nasce già leader! Tutti abbiamo da imparare. Soltanto l'apprendimento nell'accezione più estesa del termine ci può permettere di far emergere le nostre naturali inclinazioni. Chi crede che “leader si nasce”, farà mai qualcosa per sviluppare la propria leadership o per migliorarla? Farà mai qualcosa per permettere agli altri di sviluppare la loro leadership? Ho studiato a lungo e mi sono occupato per molti anni di leadership in ambiti militari particolarmente a rischio ed ho constatato che tutta la specifica letteratura internazionale concorda nel sostenere che “leader si diventa” quando capacità e attitudini si fondono in una sinergia unica e irripetibile, condizionata certamente dall'accumularsi di relazioni interpersonali instaurate nel tempo, dall'ambiente in cui si è vissuti prevalentemente e dalle situazioni in cui ci si è trovati più spesso.

Leggi tutto...

 
 
di Felix B. Lecce, docente universitario e Formatore in materia di Comunicazione
 
 
L’ Analisi Comunicazionale Forense è un complesso di esami tecnico-scientifici di tutte le modalità,  contenuti, forme e mezzi attraverso i quali ogni persona esterna ed esprime la propria comunicazione.
È finalizzata alla rilevazione e decodifica metacomunicativa di tutti i contenuti, sia quelli espressi con intenzione logico-razionale che quelli esternati involontariamente ed inconsapevolmente. 

Leggi tutto...

 
 Perché molti farebbero bene a tacere, soprattutto in materia di terrorismo e Sicurezza nazionale.

di Felix B. Lecce

Comunicare responsabilmente significa, secondo me, comunicare avendo piena consapevolezza degli effetti che i propri comportamenti, le variazioni “involontarie” della propria voce e le proprie parole possono ingenerare negli altri, anziché preoccuparsi soltanto di ciò che si vuole intendere con determinate parole pronunciate o scritte! “Amen”, avrebbe detto a questo punto un mio amico che adora particolarmente le mie definizioni così apodittiche e pragmatiche.

La verità è che la maggior parte delle persone viene addomesticata a scuola ed all’università a badare soltanto alle parole dette, scritte, ascoltate o lette. Ragion per cui ci si preoccupa di ciò che si deve comunicare, trascurando di avere soprattutto attenzione al “come” ed al “quando” comunichiamo. Oltretutto si commette l’errore di presupporre che gli altri diano alle nostre parole lo stesso significato che gli attribuiamo noi. 

Leggi tutto...

 
Trascrizione integrale del discorso del prof. Felix B. Lecce agli studenti del Master in Scienze Forensi di Sapienza Università di Roma  
 
Mi chiamo Felix Lecce e sono nato in Germania in un giorno memorabile: sono nato il 14 luglio, nella ricorrenza della “presa della Bastiglia” il che potrebbe darvi qualche indizio su come sia giunto fin quì superando infinità di ostacoli di una vita particolarmente “in salita”. In salita sin da quando, in giovanissima età, rimasi orfano con la sola eredità di due sorelle ed un fratello più piccoli di me ai quali provvedere non appena divenuto maggiorenne. Ma questa è un’altra storia. La mia, appunto.
 
Sono docente di comunicazione forense e di analisi comunicazionale forense in questo corso di specializzazione post-laurea di II livello, il Master di II livello in Scienze Forensi di Sapienza Università di Roma, da oltre un decennio. Mi occupo di comunicazione umana da circa un trentennio. Ho cominciato ad occuparmene per passione ed ho continuato a farlo con passione e per professione.

Leggi tutto...

 
di Felix B. Lecce, docente universitario e Formatore di Comunicazione, CACF, “Lie to me Skills”, Ipnosi, NLP e NHR 
 
egocentrismo.jpgEvitate sempre gli eccessi di egocentrismo, del tipo: «Io sono una persona libera, faccio come mi pare!», oppure: «Voglio essere me stesso!» o, peggio ancora: «A me non piacciono le persone che si lasciano influenzare dall’aspetto esteriore e dalle apparenze!». Tali eccessi ideologico-egocentrici, cosiccome l’ostinarsi a voler mantenere il proprio aspetto esteriore ed il proprio comportamento preferiti, qualsiasi sia la situazione e la persona, trasmettono dal punto di vista Non Verbale, più o meno, il seguente messaggio:«Io sono più importante di tutto il resto, sempre, comunque ed ovunque. Me ne frego degli altri, perché io sono così. Chi vuole avere a che fare con me, deve accettarmi così come sono!».

Leggi tutto...

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 5

Nuovo e-Book Gratis!
Assumi il controllo della tua ComunicAzione Extra-Verbale!
Banner
mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterOggi48
mod_vvisit_counterIeri505
mod_vvisit_counterQuesta settimana1339
mod_vvisit_counterLa settimana scorsa2592
mod_vvisit_counterQuesto mese4335
mod_vvisit_counterIl mese scorso6565
mod_vvisit_counterTotale visite:582212

We have: 29 guests online
Your IP:: 54.147.40.153
 , 
Oggi: 14 Dic. 2017